.
Annunci online

Giappone, isole meridionali: Yoron-to
post pubblicato in Giappone, il 17 dicembre 2010
Yoron-to
L'isola di Yoron nella prefettura di kagoshima-ken tra Okinawa e Okinoerabu la definirei una spiaggia con delle canne da zucchero in mezzo.



La capitale Chabana è piuttosto lontana dal porto, il viaggiatore zaino in spalla dovrà affrontare d'apprima una strada asfaltata in salita per arrivare all'aeroporto e reperire una mappa e poi la lunga attesa dell'autostop per arrivare in un luogo civilizzato, Chabana appunto.
Nella piccola cittadina è possibile trovare un alloggio, o fare come me, che con il bus di linea ha preferito pernottare in campeggio attrezzato di fronte ad una spiaggia di sabbia bianca la dove partono le piccole barche per Yungahama beach.
Il campeggio è dotato di docce e bagni, visto che era in arrivo una tempesta tropicale mi sono preso un bungalow per 400 yen a notte.
Alla sera, dalle 19 in avanti, anche il bar del campeggio chiude, per cui la solitudine regna sovrana, ricordatevi di fare la spesa, oppure avventuratevi dopo il cimitero dove c'è un piccolo ristorante (chiuso la domenica).
Yoron è un'isola che alla lunga stufa, le spiegge sono troppo belle, il mare è troppo pulito, il silenzio è troppo rindondante, le persone sono troppo gentili, l'isola è troppo piccola, tutto è troppo perfetto, dopo 3-4 giorni si va via, si fugge alla ricerca di qualche cosa che in realtà non lo sappiamo nemmeno noi. durante il mio soggiorno il tempo non è stato bellissimo, una notte di secchiate d'acqua e uno completamente nuvoloso + un pit bul che mi voleva fare la festa (l'ha fatta al mio asciugamano).
All'interno del Bunker antiatomico i ragni e gli scarafaggi e non so cos'altro la facevano da padrone, li ho mandati affanculo tutti montando la mia tenda all'interno. Taaak!!!!

Il Bunker

Da Giappone2010


la tenda nel bunker

Da Giappone2010

Yoron la perfezione (anche troppo)

Da Giappone2010


Yoron
Da Giappone2010


Diario: se mai mi ricapiterà di pensare a oggi 10/10/2010
verso sera Yoron-to
Il sole è già tramontato dietro le mie spalle, ma c'è ancora luce. La cosa più bella che in questo momento mi fa godee è la temperatura. Si sta bene. Sono rivolto verso il mare, davanti a me una barca di un pescatore, a destra un'altra, a sinistra 3, più due piccole. Ho su le infradito verdi che mi ha regalato la mamma, i pantaloni che arrivano al ginocchio che ho comprato io, la maglia di allenamento del milan che mi ha regalato Dodo e che è ora di cambiare perchè un pò si e un pò no ce l'ho su da 1o giorni, sotto di me sabbia bianca, anche a destra e a sinistra, davanti a me il mare, resistono 2 o 3 tonalità, non è ancora blu di prussia. sto pensando che domani sarò a Okinoerabu, poi andrò a kagoshima e se qualcuno mi dirà che il tempo sarà stabile per 5 o 6 giorni andrò a yakushima, come sono felice. Prima ho detto parlando da solo "eppur mi è dolce navigare in questo mare", che sarà anche di qualcuno, ma che però adesso è mia.Stasera andrò a mangiare dalle due giapponesine in fondo alla strada dopo il cimitero, sono brave, mi divertirò, poi tornerò nel mio bunker antiatomico con dentro la tenda, la taccagna del campeggio ha chiuso le serrande, sarò da solo, perchè l'ho scelto, è per questo che sono felice, nessuno mi obbliga alla solitudine, ma a me piace navigare in questo mare.

11/10/2010
Ieri sera, domenica le due giapponesine hanno riposato, digiuno serale




L'interno della nave che mi ha portato da Okinawa a Yoron (mica le bagnarole zozze greche)

Viaggio in Giappone:

Nagasaki: http://volovia.ilcannocchiale.it/post/2561623.html

Kyoto: http://volovia.ilcannocchiale.it/post/2561637.html

Okinoerabu: http://volovia.ilcannocchiale.it/post/2578647.html

yakushima: http://volovia.ilcannocchiale.it/post/2595624.html



permalink | inviato da volovia il 17/12/2010 alle 9:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre   <<  1 | 2  >>   febbraio
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca